Comune di Ariano Irpino

Dati Generali

Comune di Ariano Irpino
Seguici sulla nostra pagina facebook Seguici sulla nostra pagina google plus Seguici sul nostro account Twitter Entra nel nostro canale YouTube Seguici tramite feed RSS
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
..
Dati Generali
Icona freccia bianca
Home Page » La Città » Dati Generali

Dati Generali

Comune:

  • Ariano Irpino ( denominazione dal 5 giugno 1930)
  • Ariano di Puglia (denominazione dal 1868 al 1930)
  • Ariano (denominazione fino al 1868)

Provincia: Avellino

Regione: Campania

Ubicazione: Italia meridionale

Coordinate geografiche 41°09' Latitudine 2°38' Longitudine

Denominazione degli abitanti: Arianesi

Altitudine min. (m s.l.m.) 179

Altitudine max. (m s.l.m.) 811

Altitudine al mastio del castello 817

Superficie 185,52 Kmq

Densità (ab/Kmq) 124,19

Popolazione residente Ufficio Anagrafe: Andamento della Popolazione (2000 ÷ 2007) 23.040 (ISTAT: Censimento 1991)

Fiumi che lambiscono il territorio: Miscano, Ufita

Fiumi che attraversano il territorio: Fiumarella, Cervaro

Strade di accesso:

  • A16 (Autostrada NA-BA svincolo di Grottaminarda)
  • S.S. 90 delle Puglie (Napoli - Foggia)
  • S.S. 90 bis
  • S.S. 414 (Ariano Irpino - Montecalvo)

Linea ferrata: Roma - Napoli - Foggia - Bari

Santo Patrono della Città e Diocesi: S. Ottone Frangipane

Codice Postale: 83031

Rete Telefonica: Distretto di Avellino

Area Locale di Ariano Irpino comprendente le reti urbane di:
Ariano Irpino, Casalbore, Grottaminarda, Savignano Irpino

Rete Telefonica Urbana comprendente i comuni di: 
Ariano Irpino, Montecalvo Irpino, Villanova del Battista, Zungoli

A.S.L. ASL AV/1

Comunità Montana Valle Ufita

Regione Agraria Alto Cervaro

Consorzio di Bonifica Ufita

Cenni storici

L'etimologia del nome Ariano probabilmente deriva da Ab Ara Iani, ovvero da un sacello edificato in onore di Giano. Le origini di Ariano risalgono all'insediamento neolitico della Starza, sito lungo la S.S. 90 bis che conduce da Benevento a Foggia. Ivi sono stati eseguiti scavi archeologici dalla scuola Britannica di Roma nel 1957 - 1962. Sono in corso altri scavi da parte della Soprintendenza Archeologica. La vita in questo sito si estingue intorno al 900 a.C.. Successivamente un ramo dei Sanniti fondò Aequum Tuticum (campo o pianura grande) nella zona di S. Eleuterio. Il sito, con il passare del tempo fu romanizzato, divenne nodo stradale importantissimo, tra l'incrocio della Via Traiana est-ovest e la Via Herculea avente direzione nord-sud.

Quest'ultima andava all'incirca lungo il tracciato del tratturo "Candela-Pescasseroli". La decadenza di Aequum Tuticum iniziò con le invasioni barbariche, fino a scomparire per via dei forti terremoti. Progressivamente gli abitanti vanno ad insediarsi su "un'area vuota" posta su un'altura a sud, a qualche chilometro di distanza. Essa è anche un'area sacra, perchè sul primo, ora Piano della Croce, si insedia il tempio di Giano e sul secondo, l'attuale Cattedrale, si erge il tempio di Apollo. Inizia quindi l'insediamento sul "Tricolle", luogo ove ora sorge Ariano, più difendibile per via della sua altura, appartato rispetto alle grandi vie di comunicazione, al riparo, perciò, intorno al VI sec.d.C., dal continuo andirivieni di Goti e Bizantini.

Nasce così Ariano, che progressivamente si estende sul Tricolle ed intorno alla fortificazione dei Longobardi, diventa la principale roccaforte longobarda contro i domini Greci e nel X sec.il guastaldato Ariano diventa contea. Succedono i nuovi conquistatori Normanni che ricostruiscono il Castello,ancora oggi visibile.Qui nel 1140, Ruggero II il Normanno, Re delle Due Sicilie, emana la nuova costituzione nelle famose Assise di Ariano e batte la nuova moneta il Ducato, che dura fino al 1860. Ai Normanni succedono gli Svevi. Ariano subisce saccheggi e devastazioni a causa degli uomini e dei violenti terremoti.Tramontato il regno degli Angioini, la Città passa nelle mani della famiglia Provenzale dei Desabramo dal 1294 al 1413. Si succedono poi i Carafa ed i Gonzaga. Il 2 agosto 1585 la Città si riscatta dal regime feudale, diventa Città Regia e dipende da questo momento dal Vicerè del Regno delle Due Sicilie.

Ultima modifica

venerdì 27 gennaio 2017

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Comune di Ariano Irpino - Piazza Plebiscito 1 - 83031 Ariano Irpino (AV) - PEC protocollo.arianoirpino@asmepec.it

Centralino: 0825 875100 - P. IVA e Codice Fiscale: 00281220640

Il sito Istituzionale del Comune di Ariano Irpino è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Il progetto Comune di Ariano Irpino è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it